Ovvero: come fare i bagagli e lasciarsi tutto alle spalle (di nuovo, ma stavolta per amore!) senza mai trovarsi a pensare d’aver fatto una cazzata

Wednesday, July 26, 2006

Stessa Spiaggia, Stesso Mare

Domani parto per una brevissima vacanza a Roma. Una settimana per rivedere la mia famiglia e poi di nuovo in Germania per cominciare a preparare il trasloco. Ottobre sembra lontano, ma in realtà non manca molto quando si tratta di chiudere due vite in un mucchio di scatole di cartone. Stavolta voglio fare le cose con calma!

Io che detesto il mare non avrei mai pensato di dirlo, ma non vedo l'ora di godermi un paio di giorni sulla spiaggia! È proprio vero che non ci si rende conto dell'importanza di qualcosa fino a che non si perde la possibilità di averla a disposizione. Io il mare l'ho sempre dato per scontato: 15 minuti di macchina ed ero arrivata. Eppure non ci andavo mai, non ne avevo mai voglia. Da Mannheim la spiaggia più vicina credo sia in Liguria, direi non fattibile per un tuffo al volo! Eppure se adesso penso al mare quasi mi commuovo!!

Da domani mi vedo anche impegnata in strepitose abbuffate di mozzarella, di gelato e di anguria. C'è qualche altro classico dell'estate che sto dimenticando?

A presto, quindi. Buona settimana a tutti!!

19 Comments:

Blogger sonia said...

Si che stai dimenticando un altro classico...la paletta e il secchiello;o)

Buon Viaggio euli

26/7/06 1:01 pm

 
Blogger AMal said...

Pensa che io a Roma non ci sono ancora stato. mi sento una pippa

26/7/06 1:38 pm

 
Blogger AMal said...

This comment has been removed by a blog administrator.

26/7/06 1:38 pm

 
Anonymous rago said...

Nei classici da spiaggia, secondo me oltre al libro (classico) che si abbronza nella borsa di paglia si puo' aggiungiere la partita con le biglie.

Buona nuotata, abbronzata, tuffata, abbuffata.
Paka Rago

26/7/06 1:40 pm

 
Blogger Eulinx said...

Sonia:
meno male che ho un nipote di 4 anni, così ho la scusa perfetta per giocare con la sabbia!!

Amal:
Splendida e indimenticabile, nonché mia città natale!

Rago:
Esatto, il tascabile da far finta di leggere! Leggo tutto l'anno, quando vado al mare voglio giocare con le biglie, che diamine!!!
Ecco, le biglie erano un altro classico che stavo per dimenticare. Ma le vendono ancora?

26/7/06 2:01 pm

 
Blogger sonia said...

ehehe...mi raccomando fai bene i castelli e poi mettici sopra il divieto di calpestarlo ok?!' bacione

26/7/06 2:57 pm

 
Blogger tommy said...

Io mi rivedo nel tuo stato d'animo, tranne che a me il mare piace tanto, io ci andavo sempre, sembrava così normale e scontato avere il mare vicino, ora mi manca tantissimo.

26/7/06 4:40 pm

 
Blogger Baebs said...

Buone vacanze e torna abbronzatisima ; )

26/7/06 5:20 pm

 
Anonymous Anonymous said...

Conosci il gelato di Petrini all'Alberone? Buon divertimento.
Saluti da Heidelberg
Flavio

26/7/06 7:20 pm

 
Blogger tackutoha said...

Davvero solo una settimanuzza? :(
Vabbè, cercherai di condensare tutto e sfruttare al massimo ogni istante.
Buona vacanza romana nella città più bella del mondo. :)))

26/7/06 10:18 pm

 
Blogger esami said...

Sonia:
con il nipotino sarà difficile non calpestarlo: è una peste!

Tommy:
strano a dirsi, ma ormai manca anche a me! Sigh!

Baebs:
Grazie, cara, ci proverò :)

Flavio:
Ci sono stata una volta sola. Troppa fila per un cono, anche se ne vale la pena!
Vivi ad Heidelberg? Siamo vicini di casa, allora! ; )

Tacku:
grazie, Tacku!
Si, una settimana sola, porella! :(

26/7/06 11:08 pm

 
Anonymous Beppone said...

Io quando ero in Sicilia non vedevo l'ora di rivedere le mie pianure.. si .. lo so.. è stupido.. ma hai ragione.. quando qualcosa ti manca ti rendi conto che non ne puoi fare a meno...
Divertiti e ricordati lo spruzzino... ;)

27/7/06 9:37 am

 
Anonymous Anonymous said...

Sì, vicini di casa. Io sto ad Heidelberg dal 1999. Ho visto che tu sei a Mannheim dal 2004. Vengo a Mannheim ogni tanto per acquisti: si compra molto meglio che ad Heidelberg.
Come origini io sono Romano-burino ;-)
Quel gelato secondo me è il migliore. Ogni volta che torno a Roma faccio di tutto per passare da Petrini. Altri miei luoghi culto sono la tavola calda di Volpetti al Testaccio e il ristorante Antico Arco al Gianicolo.
Flavio

27/7/06 10:03 am

 
Blogger Eulinx said...

Beppone:
Ah, ecco, giusto: dimenticavo lo spruzzino! ;)

Flavio:
beh, si, per le spese qui si va meglio...ma per tutto il resto Heidelberg è un sogno!
Volpetti al Testaccio e mi fai venire l'acquolina! Ora ho bisogno di supplì...
:(

27/7/06 10:45 am

 
Blogger Eulinx said...

PER TUTTI:

Il tale "Esami" che risponde ai vostri commenti - vedi sopra - sono sempre io.
O meglio, è Sean che pasticcia con i nostri blog. Col mio, soprattutto!
E meno male che di mestiere fa il programmatore, se no...!

27/7/06 10:48 am

 
Anonymous Anonymous said...

Ma sei già a Roma o ancora nelle ormai tropicali lande nordiche?
Gli arancini di quel posto sotto la galleria di piazza della Repubblica sono pure buoni. Com'è che si chiama?.... Angino... boh... qualcosa del genere.
Flavio

27/7/06 11:40 am

 
Blogger Eulinx said...

Flavio:
Lascerò le tropicali terre teutoniche alle 16.30 oggi pomeriggio...manca poco!
Hmm, quelli di P.za della Repubblica non li ho mai assaggiati. Pensavo piuttosto a P.za Argentina, com'è che si chiama? Delfino, o qualcosa di simile...
Ti porto un supplì?! ;)

27/7/06 12:30 pm

 
Anonymous Anonymous said...

Magari!
Forse il nome è Agnino. È una tavola calda / Bar siciliano. Fanno pure un'ottima pasta alle sarde.
Quello di piazza argentina non lo conosco... magari la prossima volta che vado ci passo.
Buon viaggio e goditi Roma.
Flavio

27/7/06 1:04 pm

 
Blogger Eulinx said...

Grazie, a presto!
:)

27/7/06 2:06 pm

 

Post a Comment

<< Home

 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog