Ovvero: come fare i bagagli e lasciarsi tutto alle spalle (di nuovo, ma stavolta per amore!) senza mai trovarsi a pensare d’aver fatto una cazzata

Thursday, December 29, 2005

Gli Effetti Collaterali del Cielo Grigio Topo (o forse del cuba libre?)

Ieri sera, cena e dopocena al Bernstein con i soliti amici.
Forse una cosa a cui non mi abituero' mai in Germania e' quella di andare a cena fuori alle 18.30.
E si che, quando siamo arrivati, c'era gia' chi andava via.
E' vero che puoi passare piu' tempo insieme senza fare troppo tardi - e se ti alzi alle 6.00 per andare a lavorare non ti dispiace mica andare a dormire alle 22.30, ne so qualcosa - pero' entrare in un pub alle 19.00 e' strano davvero.
Ho mangiato Flammkuchen all'alsaziana (una specie di piadina con speck, cipolla e formaggio) e ho bevuto forse un paio di cuba libre di troppo. Ma fuori nevicava e siamo tornati a casa a piedi, quindi qualche caloria devo averla smaltita. Forse.

In casa devono esserci almeno 30° C , oggi. Fuori, qualcosa come -5°, grado piu', grado meno.
L'escursione termica tra esterno e interno da queste parti e' spaventosa. Quando entri nei negozi ti viene un colpo, perche' in un attimo passi dal circolo polare artico al tropico del cancro, in totale scioltezza, come se niente fosse. E qui nessuno tranne me sembra farci caso.

Altro piccolo appunto sulle abitudini tedesche: oggi sono andata in farmacia per comprare un'aspirina (il cielo grigio topo lo adoro, ma mi causa mal di testa!) e, come altre volte in passato, mi sono state fatte le solite domande.
- "Ha mai preso Aspirina prima d'ora? Le ha mai causato problemi? Conosce gli effetti collaterali che puo' causare? Prende farmaci anticoagulanti?" E poi la mia preferita: "Desidera un bicchiere d'acqua per poter prendere una compressa subito?".
So che e' solo un medicinale da banco, ma e' rassicurante notare la premura di chi sa fare il proprio mestiere. E aggiungo che la farmacia era piena di gente in attesa; cioe', non e' che la tipa era li' senza far niente!
A malincuore devo ammettere che in Italia non mi e' mai stato chiesto se prendevo anticoagulanti, nel momento in cui compravo aspirina. E meno che mai mi e' stata offerta dell'acqua per prendere il medicinale subito.
Comunque, mal di testa passato ancora prima di tornare a casa. Non chiedevo di meglio.
Sulla strada del ritorno ho fatto un po' di foto che pubblichero' appena posso. Cosi' vi mostro un po' di questa "Winter Wonderland" che e' la citta'.
Tschüss

3 Comments:

Anonymous Anonymous said...

Mi stai facendo venir voglia di tornare da quelle parti, magari stavolta non solo per lo shopping (ti ricordi che giornatine?! E lo squalo?). Quanto avrei bisogno di una vacanza!! Ti mando un bacio grande. Rob

30/12/05 10:26 am

 
Blogger Eulinx said...

Allora? Quando vieni?
Ti prego, ti prego, ti prego!!

30/12/05 10:39 am

 
Anonymous Chiara said...

Mi hanno detto che si cena così presto anche in Inghilterra.. effettivamente: ma come fate???
I racconti in stile film dell'orrore di gente vista mangiare cibo cinese alle ore 18 ancora mi girano per la testa!

30/12/05 7:08 pm

 

Post a Comment

<< Home

 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog